Prevenire lo SPAM

Lo SPAM è costituito da tutti quei fastidiosi messaggi non richiesti (spesso commerciali) che intasano le caselle di posta elettronica in entrata creando rallentamenti nella consegna dei messaggi. La maggior parte dello spam fortunamente non costituisce una minaccia per i dati (spesso mira solo a pubblicizzare l’ultimo tipo di viagra…), ma qualche volta i messaggi contengono dei virus che possono danneggiare il computer all’apertura delle stesse e-mail.
Cosa fare per prevenire lo spam:

  • Utilizzare un software antispam. Di seguito alcuni esempi di software gratuiti: SpamAware, SpamExperts Home, Spamihilator, Spampal, Sinapsi Antispam.
  • Non rispondere alle e-mail spam, evitando così di incoraggiate gli spammer a spedire altri messaggi.
  • Non aprire i link presenti in presunte email inviate da istituti di credito. Le banche non richiedono mai tramite mail l’inserimento dei propri dati di accesso.
  • Non effettuare acquisti proposti all’interno di messaggi non richiesti: potrebbero essere una truffa! Inoltre, confermare l’esistenza dell’indirizzo email può comportare l’iscrizione automatica in pericolose liste di spammer.

Infine la cosa più importante:
Quando si spedisce un qualunque tipo di e-mail a più destinatari, deve essere sempre utilizzato il campo “CCN” (Copia per Conoscenza Nascosta), in modo da nascondere agli altri utenti la lista dei destinatari.
Su Outlook Express, per abilitare tale campo, è sufficiente attivare la voce “Visualizza – Tutte le intestazioni” dal menu di un qualsiasi nuovo messaggio.

Le ragioni per cui NON deve essere utilizzato il campo “A:” sono principalmente due:

  1. Se anche uno solo dei pc dei detinatari del messaggo fosse infettato da virus o spyware, tutti gli indirizzi contenuti nella mail potrebbero essere inseriti negli elenchi degli spammer.
  2. Se anche uno solo dei destinatari del messaggio esegue un semplice “inoltra” della mail, insieme al contenuto del messaggio verranno inseriti anche TUTTI gli indirizzi dei destinatari del messaggio originale. Continuando ad eseguire “inoltra” dei nuovi messaggi a catena, è possibile arrivare ad avere e-mail che contengono anche centinaia di indirizzi. E’ certo che prima o poi una di queste interminabili liste di indirizzi arriverà nelle mani di uno spammer.

Per quanto riguarda invece le e-mail “bufala” (stipendi dei parlamentari, richieste di donazioni varie, ecc.) che si ricevono spesso, prima di inoltrarle a tutta la lista di amici è opportuno verificarne la veridicità usando Google o direttamente qualche sito che si occupa dell’argomento (es. Antibufala di Paolo Attivissimo). La maggior parte di esse sono in genere NON vere.

Una risposta a Prevenire lo SPAM

  1. I am really enjoying the theme/design of your blog.
    Do you ever run into any internet browser compatibility problems?
    A handful of my blog visitors have complained about my site not operating correctly in Explorer but looks great
    in Opera. Do you have any tips to help fix this issue?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: